Porosità dei Capelli? Come riconoscerla e come curarla

Buongiorno Biottine,
oggi vi farò cadere uno dei MITI più radicati sul modo dell’hair care nel mondo dei capelli ricci

IL PARAMETRO FONDAMENTALE PER INIZIARE A COSTRUIRE LA VOSTRA HAIR CARE ROUTINE é LA POROSITA DEL CAPELLO. (ovviamente secondo me)

Eh perché IO lo so, vi sento bisbigliare, vi sento  “DARE letteralmente i NUMERI” per cercare di dare un nome (in questo caso unnumero e una lettera) al vostro capello.

Perché se è vero che il “liscio è universale, non si può dire lo sesso del riccio ahauahuaha

Molti infatti vi hanno detto che il PARAMETRO di BASE, di PARTENZA, per iniziare a costruire la vostra hair care routine parte propio da qui dalla texture.

Ma la texture non è la panacea di ogni male,  ma un PARAMETRO DI  CONTROLLO o RISPOSTA al trattamento.

Perché? Perché i  capelli (generalizzando, ma noi ci riferiamo al FUSTO) che siano:

  • LISCI
  • MOSSI
  • RICCI
  • AFRO

Sono tutti “uguali”.

Ovvero sono costituiti da cellule morte di cheratina (proteine), minerali, grassi e  acqua.

E vero però, che non tutti possiamo utilizzare le stesse cose… quindi in qualcosa si differenzieranno.

Ed è proprio qui che entra in gioco la porosità dei Capelli, ovvero la capacità di questi di assorbire l’umidità.

Tale porosità infatti ci da informazioni utili sul fusto, perché è determinata dalla disposizione delle cuticole.

 

Spesso mi chiedete infatti consigli su quale impacco fare per avere capelli sani, forti e belli. Come vi ho spiegato, non tutti i capelli necessitano dello stesso impacco (se non sai che ci sono diversi tipo di impacchi clicca qui) e  uno dei parametri che condizionano la scelta dell’impacco perfetto è proprio la porosità del capello.

MA COME RICONOSCERE LA POROSITÁ DEI CAPELLI?

Molto importante per la validità di questo test è che i capelli con cui effettuiamo la prova siano privi di trattamenti:

  • no balsamo
  • no trattamenti pre (henné, altro ecc…).    

Il gomitolo di capelli va lasciato in posa 2/5 minuti in acqua distillata a temperatura ambiente.

Quindi, dopo 2/5 minuti dall’aver  inserito all’interno del bicchiere i capelli puliti solo con shampoo delicato, e asciutti (magari prendeteli da una spazzola), se:

  •  i capelli rimangono in superficie, hanno una bassa porosità.
  • i capelli  affondano,  hanno un’elevata porosità.

 

Bene, ora abbiamo capito che cosa è la POROSITA’, come si calcola, perché è fondamentale farlo, e già so che ti starai chiedendo: “e quindi cosa faccio ora? che prodotti uso?!”

Ecco quindi alcuni consigli su come trattarli.

CAPELLO CON ALTA POROSITA

L’alta porosità dei capelli, può essere ereditata o essere il risultato di danni subiti dai trattamenti chimici eseguiti o danni ambientali, la loro cuticola presenta delle lacune e buchi

Le caratteristiche di una chioma con porosità alta sono:

  1. lasciano passare troppa umidità nei nostri capelli creando un ambiente umido che rende crespi i nostri capelli.

  2. MOLTO FRAGILI, alcune semplici attività come fare il bagno, nuoto e l’uso dello shampoo possono creare danni e spezzare i nostri capelli a causa dell’enorme quantità di umidità che i capelli ad alta porosità sono in grado di assorbire.

Quando si ha una alta porosità è meglio usare:

  • anti-umettanti con alto calore e umidità, che possono contribuire a sigillare le cuticole danneggiate ed impedire che assorbano umidità in eccesso nell’aria. Ricordiamo che i capelli ad alta porosità perdono altrettanto facilmente l’umidità

  • è importante utilizzare un balsamo senza risciacquo ( leave in conditioner ), creme idratanti e “sigillanti”.
    L’uso di questi prodotti aiuteranno a mantenere i capelli umidi al punto giusto senza eccedere oltre la normalita’.

  • Inoltre potrete colmare i buchi delle vostre cuticole e regolare la vostra porosità con burri (pesanti) per capelli come il burro di karité o il burro di mango che proteggeranno ulteriormente dalla perdere troppa umidita’.

CAPELLO CON BASSA POROSITA'

I capelli con bassa porosità hanno una cuticola “piatta”, con le scaglie/tegole che si sovrappongono.
Questo tipo di capello è considerato sano, visivamente è molto lucido, soprattutto quando si ha un colore di capelli molto scuro.
Le caratteristiche di una
chioma con bassa porosità sono:

  1. respinge l’umidita e l’idratazione quando si tenta di bagnarla edè molto difficile da trattare in quanto “oppone” resistenza alla penetrazione di sostanze immesse esternamente soprattutto quelle chimiche.
  2. si sporcano più facilmentema creano in particolare quello che in inglese si definisce come “product build up”, ovvero quell’effetto rigidoe paglierino dei capelli quando si usano prodotti ricchi di proteine.

Quando si ha una bassa porosità è meglio usare:

  • prodotti privi di proteine,
  • balsami senza risciacquo che hanno umettanti come il miele e la glicerina che attraggono e trattengono l’umidità nei nostri capelli;
  • prodotti a base di liquidi leggeri, come latte per capelli che non pesera’ sui vostri capelli e non li lascerà’ oleosi o grassi.

 

VEDI IL VIDEO clicca qui

Lascia un commento con Facebook

Ultimi post