Shilajit: la natura ci allunga la vita!

By
 In bio notizie


Biottine oggi a scrivere su ParentesiBio è Sergio Gambardella, amministratore della pagina facebook Home Grow, nella quale spiega come curare e far crescere le piante sia in giardino che sul proprio balcone.

Oggi Sergio ci fa conoscere una sostanza che è ignara a molti di noi: lo Shilajit!

 

Scopriamo cosa ha da dirci in merito:

Tra i vari tipi di adattogeni che la natura ci offre ve n’è uno proveniente dal regno minerale, composto da humus (tra cui l’acido humico e l’acido fulvico) e materiale organico vegetale.

Proveniente dalle catene montuose dell’Hindu Kush, Himalaya, Pamir e del Kirghizistan.

Il nome scientifico di questa sostanza è Asfaltum Bitumen, il suo nome nella Medicina Ayurveda, è Shilajit.

Lo Shilajit è una sostanza catramosa bituminosa che durante i periodi climatici molto caldi fuoriesce dalle crepe delle montagne.

 

14076430-shilajitShilajit1_1     P1100851_2

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nella Medicina Ayurveda “shilajit” significa “demolitore della debolezza” o sostanza per allungare la vita.

È anche usato per aumentare la virilità, curare diabete, anemia, ulcere, calcoli renali e biliari, asma, artrite, ansia, problemi cardiaci, itterizia, epilessia inoltre riduce i livelli di colesterolo.

Lo Shilajit che deriva dalle catene dell’Himalaya è considerato superiore e di prima qualità rispetto a quello raccolto in altre catene montuose.
Uno studio ha dimostrato che l’assunzione di Shilajit oltre cinque giorni aumenta i livelli di dopamina, la sostanza neurochimica che aiuta a sentirsi calmi e migliora lo stato di ansia e lo stress.
In più è stato dimostrato che aiuta il miglioramento di apprendimento e di memoria.

Shilajit e Acido Fulvico

 

shilajit-cibo-himalayano
Lo Shilajit deve la sua efficacia maggiormente al suo componente principale, l’acido fulvico.

Siccome l’acido fulvico ha la capacità di permeare le pareti cellulari, esso agisce come veicolo per altre sostanze, vegetali o minerali, necessarie alla salute.
Gli acidi fulvici sono estratti da antichi depositi di piante che hanno vissuto più di 75 milioni di anni fa. Essi contengono un ampio raggio di potenti fitochimici, nutrienti, ormoni, antiossidanti, antivirali, antibiotici e antifungini.
Gli acidi fulvici sono essenziali alla salute e al benessere perché:

  • Aumentano la biodisponibilità di minerali e nutrienti  importanti
  • Aiutano nella rigenerazione cellulare, garantendo la permanenza a lungo dei nutrienti nelle cellule
  • Combattono gli effetti dannosi delle tossine, i radicali liberi e i metalli pesanti
  • Riparano l’equilibrio elettrico delle pareti cellulari danneggiate

 

Gli acidi fulvici aiutano a trasferire i nutrienti direttamente nelle cellule, in questo modo, provvedono ai problemi di malnutrizione e di intossicazione.
Il corpo umano è un continuo nascere e morire di cellule e lo Shilajit aiuta questo ciclo di rinnovamento cellulare.

 

Lo Shilajit si può trovare in commercio sottoforma di integratori alimentari ed è reperibile on line o nelle erboristerie molto fornite.

 

Blogger del giorno

Sergio Gambardella

Lascia un commento con Facebook

Ti suggerisco di leggere anche questi articoli