Invisibobble. I nuovi Elastici per Capelli


Se, come cantava Modugno, per ogni riccio c’è un capriccio, nemmeno chi è mossa o liscia può fare a meno di coccole e attenzioni, soprattutto se si parla di tenere a bada i capelli in svariati momenti della giornata o in occasioni particolari per le quali urge definirle con acconciature che resistano tutto il giorno, senza stressare troppo la chioma, né la testa con i dolori post liberazione da elastici a molla, ferretti e forcine!

 

Questo lo sa molto bene Roberta che oggi ci parlerà degli invisibobble, coloratissimi o trasparenti, elastici per capelli dalla forma a spirale realizzati in materiale plastico riciclabile. 

invisibobble

STORIA: Sophie, una studentessa universitaria intenzionata a rendere ancora più kitsch il proprio look per una festa a tema, lega i capelli proprio con un vecchio cavo telefonico. Tornata dal party e dopo aver dormito con i capelli ancora legati, all’indomani l’acconciatura era intatta e per di più Sophie ha notato qualcosa di strano: per la prima volta non si è svegliata col solito mal di testa da capelli legati!

Qualche anno fa nasce, quasi per caso, come tutte le migliori invenzioni del resto, un oggetto che in poco tempo è divenuto l’alleato per chiunque abbia dichiarato guerra aperta a nodi, mal di testa e fermagli aggrovigliati e strappacapelli. Gli  invisibobble!

La forma, la superficie liscia, il materiale con cui sono realizzati, li rendono facilmente rimovibili, igienici e idrorepellenti, adatti per qualunque tipo di capello. 

La spirale, infatti, non esercitando una pressione uniforme sui capelli raccolti a coda, li tiene fermi, senza stringerli troppo, senza lasciare traccia dopo la rimozione dell’elastico e senza creare nodi o strappare i capelli.

Fantastici sia per i capelli lisci, perché una volta sciolta la coda non resta il segno del codino, che per i ricci, per raccogliere i capelli in una pettinatura alta e morbida (la cosiddetta ananas!) per preservarne boccoli e volume. 

fotina-parentesi-invisibobble

Molteplici sono le possibilità di utilizzo, per look che spaziano dal casual, dato da raccolti sbarazzini e volutamente spettinati, al classico chignon, ad acconciature più sofisticate per le grandi occasioni. Ma come scegliere di volta in volta l’invisibobble più adatto?

 

Ne esistono tre varianti:

  • loriginal per pettinature semplici e briose date da una scelta di colori neutri o alla moda come il something blue, il pinking of you e il mint to be o persino l’edizione limitata secret garden;
  • il nano (o mini) di dimensioni ridotte per dividere i capelli in piccole ciocche e realizzato con colori che si mimetizzano perfettamente tra i capelli, dando vita ad acconciature raffinate e più articolate;
  • il power, adatto per capelli molto voluminosi o per domare la chioma durante le attività sportive.

 

Per chi ha voglia di sperimentare, diversi sono i tutorial presenti nel canale youtube (https://www.youtube.com/user/invisibobbleofficial)  e che mostrano come utilizzare gli invosibobble per raccogliere, intrecciare e conciare i capelli per le feste!

Oltre agli originali, reperibili online e da rivenditori quali sephora, esistono sul mercato tante altre varianti.

Tutti indistintamente svolgono bene il proprio lavoro, mantenendo le promesse di sostenere a lungo i capelli raccolti senza stressarli. E se dovesse capitare che, dopo molteplici utilizzi, l’elastico si allenti, basta riscaldarlo per un po’ col phon caldo per farlo tornare come nuovo.

Provare per credere!

roberta

Roberta Montella: Architetto e visual artist, ama i colori, il mare e tutto ciò che è arte, dalle piramidi, all’effimero, alla danza…

 

Lascia un commento con Facebook

Ultimi post