Tutta la verità sul latte vaccino


Il latte purtroppo per noi non è cosi benefico come ci fanno credere i media!

Tutte le pubblicità che ci propinano su quanto faccia bene lo yogurt, soprattutto per le donne di una certa età è tutta una bufala… fanno in modo di farci spendere soldi in prodotti che decantano l’integrazione di calcio “utile” per le ossa, ma in realtà ci portano verso l’osteoporosi! lo so, in questo momento sei perplesso/a ma credimi, se continuerai a leggere ti renderai conto del perché il latte vaccino fa così male.

perchè il latte fa male alle ossa?

Il latte è vero che contiene calcio, utile alle ossa, e per questo viene consigliato, ma contiene anche proteine animali, acide, che per essere smaltite consumano calcio.

Come funziona: il latte presta un po’ di calcio al nostro corpo, ma alla fine, se ne consuma più di quello che ci dà. Le proteine del latte, sommate a quelle provenienti da carne e pesce, costringono l’organismo a sottrarre calcio alle ossa per poter provvedere al loro smaltimento. In generale, nelle popolazioni che consumano molto latte l’incidenza di osteoporosi è maggiore, mentre è rara nei paesi dove non si beve (in Oriente ad esempio).

Secondo quanto indicato dalla Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana, l’apporto quotidiano di calcio per individui adulti dai 19 ai 50 anni è solitamente stimato attorno ai 1000 mg al giorno, che diventano 1200 mg dai 51 anni in poi.

Ecco per te un elenco delle alternative vegetali che aiutano l’assunzione di calcio:

1) I Semi di Sesamo

I semi di sesamo sono tra gli alimenti vegetali più ricchi di calcio. Una porzione da 100 gr di semi di sesamo crudi contiene infatti 1000 mg di calcio. La crema di sesamo o burro di sesamo, denominata anche Thain, può contenere fino a 400 mg di calcio per ogni porzione da 100 grammi. L’assunzione di semi di sesamo è benefica per le ossa, migliora le funzioni del fegato, è efficace nella rimozione dei vermi intestinali, riduce i reumatismi e i dolori articolari, stimola la circolazione e contribuisce a migliorare la digestione. Si possono trovare al supermercato o nei negozi biologici.

2) Cavolo verde e spinaci sono tra i vegetali a foglia verde che presentano il maggior contenuto di calcio. Una porzione da 100 gr di spinaci contiene 56 mg di calcio. Una porzione da 100 gr di cavolo verde contiene 139 mg di calcio.

3) I Semi di Lino sono una buona fonte di calcio anch’essi,una porzione da 100 gr di semi di lino ne contiene 256 mg.

4) La Quinoa: una porzione da 100 gr di chicchi di quinoa cotta può contenere tra i 60 e i 100 mg di calcio. La quinoa inoltre presenta un contenuto elevato di potassio, zinco e proteine. Non è un cereale ma una pianta erbacea.

5) Le Arance: un bicchiere di succo d’arancia fresco ed appena spremuto può offrire un apporto di calcio pari a circa 70 milligrammi. L’elevato contenuto di vitamina C presente nelle arance potrà essere d’aiuto all’organismo nell’assorbimento sia del calcio che del ferro.

6) I Legumi: Altra fonte vegetale di calcio sono i legumi, che andrebbero consumati anche per il loro grande apporto di proteine e di ferro

7) I Broccoli contengono circa 47 mg di calcio per ogni porzione da 100 gr

8) Mandorle e fichi secchi contengono ben 266 mg di calcio ogni 100 gr. Consumare cinque mandorle al giorno garantisce un apporto quotidiano di calcio pari a 135 mg

Quindi se sei intollerante al latte, non lo digerisci bene o semplicemente hai voglia di abbandonarlo per motivi tuoi personali, la natura ci aiuta ad assimilare calcio senza l’assunzione di derivati animali! 🙂

 

Altri link che parlano del latte vaccino

http://www.eticamente.net/11486/la-verita-sul-latte-di-mucca-intervista-alla-dott-ssa-luciana-baroni.html

http://www.disinformazione.it/pericoli_latte.htm

http://www.assolatte.it/it/home/salute_benessere_detail/1433415710892/1434112215674

 

Lascia un commento con Facebook

Ti suggerisco di leggere anche questi articoli