Olio Extravergine di Oliva : Struccante naturale

Uno degli alleati naturali più preziosi per struccare e idratare la pelle ogni giorno è : l’Olio Extravergine di oliva. 

Utilizzare l’olio d’oliva come struccante naturale è molto vantaggioso per i tessuti cutanei.
I polifenoli contenuti al suo interno sono dei potenti antiossidanti.
Resterai poi sorpresa dal risultato finale spettacolare: una pelle splendida e super morbida!

Presta attenzione ai seguenti passi per eliminare tutte le rimanenze di trucco dal viso.

Come struccarsi con l’ Olio Extravergine di Oliva

 

  • In primo luogo, versa alcune gocce di olio extravergine  di oliva( io uso quello Torretta) sul palmo della mano (inumidita).
  • Distribuisci l’olio extravergine di oliva su tutto il viso massaggiando per almeno un minuti (insistendo sulle zone più truccate come gli occhi o la bocca).
  • Inumidisci una spugnetta (o meglio ancora un panno in microfibra per il viso) e passala sul viso.
  • Ripeti la procedura fino a quando avrai eliminato tutte le impurità.
  • Sciacqua il viso con un sapone (meglio se all’olio di oliva), io uso la mia Acqua Micellare .

 Spesso unisco olio extravergine  di oliva all’ olio di mandorle doci, in particolare uso quello dei Provenzali.

Io mi strucco con l #oliotorretta DIESIS. Per comodità l ho messo in questa boccettina con dispenser, un paio di spruzzi sulla mano e lo passo sul viso come una crema. Sciacquo con sapone alla lavanda (inutile dirlo #bio) e acqua calda.

Io mi strucco con l #oliotorretta DIESIS.
Per comodità l’ho messo in questa boccettina con dispenser. Un paio di spruzzi sulla mano e lo passo sul viso come una crema e rimuovo il tutto con un panno in micro fibra. Sciacquo con sapone alla lavanda (inutile dirlo #bio) e acqua calda.

 


♥———–> se siete interessati all’acquisto cliccate QUI <———— ♥


⇒   ALTRI ARTICOLI CHE POSSONO INTERESSARTI   ⇐

Olio di Rosa Mosqueta, elisir di giovinezza
Olio di cocco
Olio di Ricino
Olio di Mandorle Dolci Puro al 100% – I Provenzali.
Olio Vergine di Canapa

 

 

Lascia un commento con Facebook

Ti suggerisco di leggere anche questi articoli